Al giorno d’oggi spesso non è più sufficiente portare a termine un apprendistato o un corso di studi per poi svolgere la stessa professione, sempre nella stessa posizione, fino al pensionamento. Il mondo del lavoro in rapido mutamento e le nuove tecnologie impongono ai collaboratori di aggiornarsi e perfezionarsi continuamente e di confrontarsi con i nuovi trend. La parola chiave è apprendimento continuo. Ma che cosa significa esattamente?

Per apprendimento continuo, ovvero apprendimento lungo tutto l’arco della vita, s’intende il perfezionamento continuo dall’ingresso nel mondo del lavoro fino al pensionamento. Comprende varie forme, tra cui la formazione e il perfezionamento, ma anche l’apprendimento autonomo, per esempio tramite l’assunzione di nuovi compiti nel proprio lavoro.

Dalla meccanica all’elettronica

Non è difficile trovare un esempio tipico per il settore automobilistico: chi lavora in officina, oltre che di conoscenze in campo meccanico necessita sempre più di competenze legate al settore dell’elettronica. Al giorno d’oggi, ad esempio, un meccatronico non inizia a riparare un guasto al motore prima di aver collegato al veicolo lo strumento di diagnosi digitale e di aver eseguito la relativa analisi. Coloro che hanno imparato il mestiere quando questo apparecchio non esisteva ancora, negli ultimi anni hanno dovuto acquisire le conoscenze necessarie per poterlo impiegare. Non sappiamo esattamente in quale direzione ci condurrà in futuro la trasformazione digitale, possiamo solo fare delle congetture. Per questo è fondamentale stare al passo e imparare cose nuove.

AMAG promuove i suoi collaboratori

AMAG contribuisce all’apprendimento continuo dei suoi collaboratori: attualmente si occupa della formazione di oltre 700 apprendisti e partecipa al perfezionamento di numerosi collaboratori. Inoltre, AMAG sostiene lo sviluppo personale dei collaboratori al suo interno. Oltre all’ampliamento del profilo professionale o alla possibilità di assumersi maggiori responsabilità (ad esempio nell’assistenza degli apprendisti), esistono anche altre prospettive di avanzamento e ulteriori opportunità di orientamento professionale e personale.

 #LifelongLearning

Da settembre dello scorso anno AMAG, insieme ad altre 130 imprese, si dedica inoltre alla campagna #LifelongLearning. Tutti i membri assicurano, con il loro commitment, di sostenere e seguire nel loro percorso i collaboratori nella formazione continua, in particolare nel settore digitale.

Patrick Chevin, responsabile Digital Sales & Services presso AMAG, spiega come la digitalizzazione possa influenzare la carriera:

La storia di successo di Sebastiano Tartaglia, che da oltre dieci anni lavora presso AMAG come On Site Supporter e VIP Supporter, in un breve video:

Non basta? Qui trovate l’intervista completa a Sebastiano Tartaglia sul suo perfezionamento personale:

Da quando lavori presso AMAG?

Sebastiano: dal 1o febbraio 2007. Ho iniziato come addetto all’help desk nel supporto di primo e secondo livello presso la sede di Buchs (ZH).

Come sei arrivato da AMAG?

Ho fatto un apprendistato come montatore elettricista, dopodiché ho subito iniziato a sperimentare: ho lavorato nelle vendite (tra l’altro come vicedirettore) e come consulente in materia di risorse umane, ho fatto una breve esperienza a lato della mia formazione originaria e ho lavorato anche come telematico. Dopodiché mi sono perfezionato frequentando corsi di informatica. È così che ho scoperto una nuova passione che si è aggiunta a quella per le automobili e che alla fine mi ha condotto alla mia posizione presso AMAG.

Come è proseguita la tua carriera da allora?

Poco dopo aver iniziato a lavorare per AMAG ho potuto ampliare la mia sfera di responsabilità, acquisendo il ruolo di IT event manager presso il Salone dell’auto di Ginevra e divenendo responsabile della gestione di incidenti. Dopodiché, con il supporto finanziario di AMAG, ho completato il perfezionamento come Microsoft Certified Systems Administrator (MCSA). Allo stesso tempo ho potuto evolvermi anche nell’ambito della mia attività e sono stato promosso vice teamleader help desk. Nel 2013 ho iniziato a lavorare nel settore Engineering e in seguito ho assunto la funzione di VIP Supporter.

E oggi di cosa ti occupi?

Oggi lavoro come On-Site Supporter e VIP Supporter. Apprezzo il fatto di poter dare spazio alla mia creatività e lavorare in ampia autonomia. Mi piace molto soprattutto il lavoro come VIP Supporter, poiché collaboro volentieri con il nostro management e sento che il mio impegno viene apprezzato. Da poco ho acquisito anche il diploma di ingegnere gestionale. Con questo perfezionamento ho integrato l’aspetto economico alla mia esperienza nel settore IT. Spero che questo mi consenta di avvicinarmi al mio prossimo obiettivo: diventare teamleader. Anche in questo percorso AMAG mi ha aiutato molto. Da una parte dal punto di vista finanziario, dall’altra facendomi affiancare da un mentore che mi ha assistito professionalmente per la stesura della tesi di diploma.

Altri articoli del blog sull’argomento:

Non ci sono ancora commenti.