Il Family Business Award è un premio per le imprese familiari gestite in modo sostenibile ed è stato lanciato da AMAG nel 2012. Il premio viene assegnato annualmente alle aziende svizzere che operano in modo responsabile, in onore del suo fondatore e mecenate Walter Haefner. Una giuria di esperti seleziona l’azienda vincitrice in un processo di valutazione in più fasi.

La Wilhelm Schmidlin AG si è potuta affermare quest’anno grazie a una forte affluenza di partecipanti ed è stata lieta di ricevere il Family Business Award 2019. Fondata nel 1947, l’azienda produce con successo prodotti per il bagno in acciaio al titanio smaltato ed è ancora l’unica azienda in Svizzera a farlo.

Il vincitore del Family Business Award di quest’anno è la Wilhelm Schmidlin AG di Oberarth nel Canton Svitto.

Il vincitore del Family Business Award di quest’anno è la Wilhelm Schmidlin AG di Oberarth nel Canton Svitto.

Oltre agli elevati standard qualitativi, alla continua forza innovativa e all’efficacia dei processi produttivi, l’azienda ha convinto con la sua filosofia SchmidLEAN. Questa si basa sulla filosofia giapponese Kaizen, che si concentra sulla ricerca del miglioramento continuo e sull’ottimizzazione di prodotti e processi.

Gli amministratori delegati di Wilhelm Schmidlin AG, Beat Wullschleger (3° da sinistra) e suo fratello Urs Wullschleger (2° da sinistra), alla cerimonia di premiazione del Family Business Award 2019 con Martin Haefner, Presidente del Consiglio di Amministrazione di AMAG Group AG (4° da sinistra), e Morten Hannesbo, CEO AMAG Group AG (1° da sinistra).

Gli amministratori delegati di Wilhelm Schmidlin AG, Beat Wullschleger (3° da sinistra) e suo fratello Urs Wullschleger (2° da sinistra), alla cerimonia di premiazione del Family Business Award 2019 con Martin Haefner, Presidente del Consiglio di Amministrazione di AMAG Group AG (4° da sinistra), e Morten Hannesbo, CEO AMAG Group AG (1° da sinistra).

Spiega Beat Wullschleger, amministratore delegato della Wilhelm Schmidlin AG: «Ogni due settimane organizziamo workshop interni in cui idee e suggerimenti per l’ottimizzazione di prodotti e processi vengono discussi e realizzati. È importante che i gruppi siano interdipartimentali. È l’unico modo per avere una prospettiva esterna, perché spesso dopo un po’ di tempo si diventa, per così dire, ciechi rispetto al proprio reparto.»

Sì, avete letto bene: ogni due settimane l’intera forza lavoro si riunisce per uno scambio comune. Tuttavia, gli affari quotidiani continuano senza intoppi in background. Beat Wullschleger chiarisce: «Naturalmente anche in questi giorni siamo disponibili per i nostri clienti, fornitori o partner. Per i reparti che non possono rimanere completamente fermi, i dipendenti si alternano durante i workshop. Inoltre, pianifichiamo con tale lungimiranza che la produzione può anche fermarsi per un giorno. Questo è possibile solo grazie a questa filosofia, perché ci ha permesso di aumentare la nostra efficienza produttiva a tal punto che questo arresto della produzione è possibile anche senza perdite.»

Con le mappe del tesoro verso il successo

Ma non è solo durante i workshop che i dipendenti della Wilhelm Schmidlin AG hanno la possibilità di contribuire con le loro idee di ottimizzazione. Grazie alle cosiddette mappe del tesoro, ogni giorno i dipendenti possono depositare in uno scrigno del tesoro in forma anonima le loro idee per l’ottimizzazione dei processi o dei prodotti. Queste vengono poi testate da un piccolo gruppo di esperti per verificarne la fattibilità e l’efficienza. Estremamente positivo: ad oggi, circa il 70% di tutte le idee sono già state realizzate.

Il muro delle mappe del tesoro SchmidLEAN con il relativo scrigno.

Il muro delle mappe del tesoro SchmidLEAN con il relativo scrigno.

Il concetto SchmidLEAN fa parte della filosofia aziendale dal 2011. E sebbene il miglioramento dei diversi processi aziendali sia di grande importanza, non è l’unica ragione per cui la filosofia Kaizen ha così tanto successo. «Anche il fatto che i nostri dipendenti possano contribuire a plasmare l’azienda ha un effetto positivo sullo sviluppo complessivo e sull’atmosfera aziendale», afferma Beat Wullschleger e continua: «È particolarmente importante che tutti i dipendenti siano coinvolti in questo processo. Non basta che il management dia determinate disposizioni se poi non si comporta coerentemente in modo da essere d’esempio.»

Nel primo anno sono state raccolte circa 600 mappe del tesoro da una forza lavoro di oltre 80 persone. Entro la fine del 2019 ci saranno già 2200 mappe. Tuttavia, questo sviluppo non è automatico. «All’inizio è stato un grande cambiamento per la squadra. C’erano alcuni che non volevano trasmettere le loro conoscenze e ci è voluto un po’ di tempo perché si unissero e le condividessero con altri. Si devono prevedere almeno due anni per avere un’attuazione completa. Inoltre, sono necessarie tenacia e pazienza», sottolinea Beat Wullschleger.

La pazienza ripaga

La filosofia di SchmidLEAN è stata volutamente integrata senza incentivi monetari. Tuttavia, poiché l’azienda vincitrice del Family Business Award riceve sempre un veicolo attuale, questo è stato spontaneamente integrato nel concetto. «Il dipendente che ha presentato la migliore mappa settimanale del tesoro tiene il veicolo per una settimana», rivela Beat Wullschleger.

Questa settimana è Asmir Mavric, responsabile del reparto Fabbricazione grezza, che guida l’Audi Q5 55 TFIS e Quattro.

Beat Wullschleger, amministratore delegato della Wilhelm Schmidlin AG (a sinistra), insieme ad Asmir Mavric, responsabile del reparto Fabbricazione grezza (a destra), davanti all’Audi Q5 55 TFSI e quattro.

Beat Wullschleger, amministratore delegato della Wilhelm Schmidlin AG (a sinistra), insieme ad Asmir Mavric, responsabile del reparto Fabbricazione grezza (a destra), davanti all’Audi Q5 55 TFSI e quattro.

Una cosa è particolarmente importante per Beat Wullschleger: «Non vogliamo produrre a basso costo e quindi con meno dipendenti. Vogliamo produrre più velocemente e quindi ottenere tempi di consegna più brevi, il che ci dà un vantaggio competitivo decisivo, soprattutto nella produzione su misura. Ed è molto divertente farlo insieme a tutta la squadra.»

Non ci sono ancora commenti.