I compiti di un’IA: analizzare, coordinare, ottimizzare

Il campo di applicazione dell’intelligenza artificiale sembra infinito. Per lo più, tuttavia, i compiti di un’IA consistono nelle stesse fasi di lavoro: analizzare, coordinare e ottimizzare. Un esempio che lo dimostra bene è l’app OPTIKON di ŠKODA. Il nome è composto dal compito dell’IA e dall’area di applicazione: ottimizzare (OPTimise) i carichi dei container (in ceco: KONtejner). ŠKODA utilizza la nuova tecnologia per affidare l’impegnativo compito logistico di pianificare i carichi dei container a un’intelligenza artificiale. Questa IA può caricare i container di ŠKODA in modo più efficiente di quanto potrebbe fare uno specialista di logistica. La semplice ragione di questo è che l’app ha più dati a sua disposizione ed è semplicemente molto più veloce del cervello umano quando si tratta di elaborazione e pianificazione dei dati. I processi di lavoro sono così più brevi e il trasporto dei container più efficiente e sostenibile. In sei mesi, ŠKODA AUTO è stata in grado di risparmiare 151 carichi di container e un totale di 80 tonnellate di emissioni di CO2 con l’aiuto dell’app.

Calcolo dei danni attraverso l’intelligenza artificiale e visiva da ŠKODA Svizzera

In Svizzera, un’altra intelligenza artificiale inizierà il suo lavoro alla ŠKODA nei prossimi mesi, che perseguirà l’obiettivo di un processo di gestione dei sinistri più semplice e veloce. Dopo un incidente d’auto, l’IA registra immediatamente ciò che potrebbe essere rotto. Attraverso i sistemi Connect, il conducente può contattare immediatamente l’assicurazione di mobilità Totalmobil! Prendere contatto. Questo riceve un cosiddetto FNOL (First notice of loss). Il FNOL contiene tutte le informazioni necessarie sulla condizione di un veicolo come i messaggi di errore, l’occupazione dei sedili e il danno previsto sulla base di un calcolo dettagliato. L’informazione è completata per telefono. Il messaggio FNOL può quindi essere trasmesso al partner di servizio responsabile. Questo permette di fornire al cliente un’offerta in brevissimo tempo e di ordinare i pezzi di ricambio in anticipo. La riparazione può quindi essere pianificata meglio e il processo di liquidazione dei sinistri diventa più efficiente.

Se il danno è minimo, c’è un’altra IA che può calcolare il danno in base alle immagini. Il CAPTCHA Intelligent Estimating Tool VI assume il compito dell’esperto nella rilevazione dei danni. Un tutorial fotografico guidato conduce attraverso la creazione dell’immagine del danno, che viene poi caricata. Il calcolo dell’immagine Visual Intelligence (in breve: VI) utilizza poi il riconoscimento delle immagini, i dati di riparazione esistenti e gli algoritmi risultanti per calcolare che tipo di danno è coinvolto e la probabilità di quali componenti devono essere riparati. L’intero processo, dallo scatto della foto ai primi risultati di Visual Intelligence, richiede meno di cinque minuti. Lo strumento impara dai calcoli passati e dal confronto di ciò che è stato effettivamente riparato nella pratica. La valutazione dei danni richiede circa 90 secondi per il VI. La precisione è superiore all’80% e sta migliorando sempre di più con lo strumento di autoapprendimento man mano che il database cresce. Anche in questo caso, il partner della riparazione ha la possibilità di ordinare le parti in anticipo e quindi di rendere più efficiente il processo di liquidazione dei sinistri. È anche possibile attivare l’ordine dei pezzi di ricambio direttamente nel VI-Tool. La valutazione dei danni è accelerata, ottimizzata e standardizzata dal VI.

Dottor AI: diagnosi attraverso una solida analisi nell’area di servizio

Se un veicolo ha un danno che non è immediatamente evidente, il Sound Analyser può aiutare. Invece di cercare nell’intero veicolo, il partner di servizio ŠKODA può semplicemente far ascoltare il motore con l’app «Sound Analyser» e quindi localizzare il problema.
Sulla base di una registrazione dei suoni del motore tramite l’app, un algoritmo confronta la registrazione con i modelli di suono memorizzati e fornisce una descrizione concreta del risultato su questa base. L’app può quindi valutare in modo affidabile lo stato delle parti soggette a usura e prevedere possibili interventi di manutenzione. Il programma di analisi prende in considerazione vari parametri specifici del veicolo e analizza il profilo di utilizzo dell’auto. Allo stesso tempo, l’intelligenza artificiale in background continua ad imparare e a migliorare i suoi risultati sulla base dei nuovi suoni registrati dai veicoli.
In futuro, è ipotizzabile che tali tecnologie siano già installate nei veicoli e contribuiscano alla strategia di manutenzione predittiva. In questo modo, le parti soggette a usura possono essere sostituite prima che si verifichi un problema o un danno nel loro contesto. Così, la manutenzione predittiva del veicolo può essere realizzata.
Circa 245 concessionari ŠKODA di 14 paesi in tutto il mondo utilizzano l’app Sound Analyser. ŠKODA Svizzera fa parte del progetto da gennaio 2020 con 18 concessionari e il supporto di prodotto di AMAG Import AG.

Non ci sono ancora commenti.