Obiettivo del viaggio della durata di appena due giorni era mostrare il VW California in piena azione ed esporne i vantaggi a un vasto pubblico sullo sfondo di un’ambientazione suggestiva. Trasferire questi concetti in un breve videoclip richiede importanti operazioni preliminari. Una volta individuato un produttore idoneo, ovvero la V12 Media Productions, oltre a un veicolo adeguato è necessario anche scovare un’ambientazione ideale per la presentazione del California. A tal proposito in Svizzera siamo più che esigenti. Per trovare davvero la miglior location possibile, il produttore e io abbiamo dedicato un giorno a questa ricerca e siamo andati in tour. L’ideale sarebbe percorrere almeno una strada che attraversi un passo, e naturalmente è fondamentale illustrare come sia possibile provvedere al vettovagliamento e utilizzare il California per il pernottamento. Decidiamo di recarci in Engadina attraversando il Passo Flüela, o più esattamente a Silvaplana sull’omonimo lago. Lì si trova un bel campeggio direttamente sul lago con le infrastrutture necessarie e personale molto disponibile e accogliente. Ora non ci resta che sperare soltanto in un clima tardo autunnale possibilmente sereno per effettuare le riprese. I colori spettacolari della natura in veste autunnale dovrebbero dare il giusto risalto al California. Per individuare la nostra location ci è capitata una giornata da sogno, il sole splende, il cielo è di un blu quasi troppo sgargiante e il clima è eccessivamente mite per una giornata di fine autunno.

Il Lago di Silvaplana in uno splendido panorama autunnale

Il Lago di Silvaplana in uno splendido panorama autunnale

Neanche una settimana dopo il nostro arrivo a Silvaplana, avevamo deciso una data ottimale, il copione era pronto, una simpatica famiglia con cane era disponibile, come anche il veicolo e un cameraman e tutte le autorizzazioni necessarie erano state predisposte. A questo punto non restava che iniziare. Purtroppo le previsioni meteo erano tutt’altro che ottimali per i due giorni prescelti. Poiché non è possibile influenzare il clima e nemmeno fissare una nuova data per le riprese prima dell’inverno, decidiamo di effettuare ugualmente le riprese.

«Il nostro» California prima della partenza

«Il nostro» California prima della partenza

All’alba di un lunedì, a Maienfeld, si incontrano protagonisti, cameraman e team di produzione. Carichiamo a bordo del California tutti i bagagli della famiglia e montiamo la cuccia del cane nel vano bagagli. L’atmosfera è ottima e dopo un rapido caffè iniziano le riprese. Fa già molto freddo e penso che possa diventare ancora più freddo. Le nuvole in un primo momento sembrano diradarsi su Klosters, ma il Passo del Flüela è già completamente innevato. Eppure le strade sono sgombere e la neve ci regala uno sfondo fantastico sul quale il California si arrampica piacevolmente percorrendo la strada del passo e all’altezza di Susio, in Bassa Engadina, torna giù lungo un percorso sinuoso.

Sul Passo del Flüela

Sul Passo del Flüela

Dopo una breve sosta intermedia nella bella località di Zuoz, a mezzogiorno arriviamo a Silvaplana, dove riusciamo a dimostrare come il California possa trasformarsi in una gradevole opportunità di pernottamento per quattro persone e un cane. All’interno del veicolo è possibile preparare senza alcun problema una fonduta, per poi gustarla al calar del sole fuori dal veicolo. Persino il sole fa capolino ancora un po’ in serata, ma c’è molto freddo visto che siamo rimasti tutto il tempo fuori. Già a inizio serata il termometro segna tre gradi.

Atmosfera serale al Lago di Silvaplana

Atmosfera serale al Lago di Silvaplana

La nostra famiglia protagonista trascorre la notte a bordo del California senza congelare grazie al riscaldamento autonomo e alle coperte portate. Io passo la notte in una pensione nei paraggi. La mattina successiva immortaliamo la famiglia al risveglio e a inizio giornata prima del ritorno a Maienfeld, stavolta attraverso il Passo del Giulio. Oltre al viaggio a bordo del California, durante il quale non ho potuto rilevare alcuna differenza di spicco rispetto al viaggio a bordo di un’autovettura, sono entusiasta del suo concept di spazio. Impossibile immaginare quante cose possano trovare posto in uno spazio così ridotto. Eppure non si tratta di un camper gigantesco e quindi meno maneggevole – il California è in grado di attraversare anche vicoli stretti. Persino il parcheggio negli angusti parcheggi di Zurigo non rappresenta più un problema. Grazie alle riprese sono diventata un’ammiratrice del California e sto riflettendo sulla possibilità di intraprendere un tour un po’ più lungo in estate.

Ecco il risultato da ammirare:

Attualità e retroscena dall’universo dell’auto. Abbonatevi subito.

Non ci sono ancora commenti.