André Poulie, cosa fa la Fondazione Theodora in sintesi?

Regaliamo gioia e libertà ai bambini ricoverati in ospedale. I nostri Dottor Sogni portano momenti pieni di colore e divertimento direttamente nella loro stanza d’ospedale. Io e mio fratello abbiamo dato vita alla Fondazione in ricordo di mia madre, che durante un mio ricovero in ospedale mi veniva sempre a trovare e mi faceva ridere rendendomi così più piacevole la degenza. Vorremmo continuare a portare ai bambini l’energia positiva di mia madre.

Collaborate sempre con gli stessi ospedali?

Sì, siamo sempre in giro negli stessi ospedali e istituti per bambini con disabilità – e questo in tutta la Svizzera. Ogni settimana i nostri Dottor Sogni si recano in visita nei nosocomi. Perché durante tutto l’anno ci sono momenti in cui le famiglie e gli amici non riescono a rendere regolarmente visita ai bambini in ospedale. Ad esempio a Natale o durante le vacanze estive, quando sono tutti via. È in quei momenti che la Fondazione Theodora si attiva e porta in corsia i suoi Dottor Sogni.

Enthüllung des ŠKODA KODIAQ für die Theodora Stiftung an der Auto Züri 2017

André Poulie (2.v.l.) mit der Gewinnerin Kaisa (2.v.r), ŠKODA Markenchef Markus Kohler (links) und dem Traumdoktor Ahoi (rechts) mit dem diesjährigen Gewinnerfahrzeug

Come si finanzia la fondazione?

Tutte le nostre attività e visite vengono finanziate totalmente dalle offerte. Ditte, benefattori privati o anche altre fondazioni sostengono il nostro lavoro.

Come è nata la collaborazione con ŠKODA?

Un membro del consiglio di fondazione aveva avuto un contatto personale con il marchio e abbiamo presto capito di essere fatti l’uno per l’altro. La Fondazione Theodora e ŠKODA hanno gli stessi valori: orientamento alla famiglia, qualità e consapevolezza dei prezzi. Questo credo è molto importante per la nostra fondazione perché noi lavoriamo in modo mirato e impieghiamo consapevolmente le somme che ci vengono donate. È una promessa che abbiamo fatto ai nostri sostenitori. ŠKODA è quindi il partner ideale per noi e per questo la nostra partnership funziona da tanto tempo ormai.

Quest’anno il concorso di disegno per il nuovo veicolo di servizio è stato vinto da Kaisa. Questo concorso viene indetto ogni anno?

Sì, ogni anno proponiamo questo concorso nazionale. Sono sempre circa 500 i bambini che partecipano e il disegno vincitore è ogni volta diverso e stupendo. Lavorare per la Fondazione Theodora con un veicolo vivacemente decorato è un’ulteriore fonte d’ispirazione per i nostri collaboratori.

Cosa le piace personalmente del disegno di Kaisa?

Mi piace soprattutto il fatto che sia molto moderno. Inoltre gli smiley si rivolgono a tutti, giovani e anziani, e richiamano direttamente l’attività della Fondazione Theodora. Con il nostro lavoro portiamo il sorriso sul volto dei genitori, dei bambini ma anche del personale che lavora negli ospedali.

 

Attualità e retroscena dall’universo dell’auto. Abbonatevi subito.

 

Non ci sono ancora commenti.