Autospengler Vorstellung

Silvan Breuer, carrozziere lattoniere

La scelta della professione

Sono un grande appassionato di automobili. Quando verso la fine della scuola dell’obbligo abbiamo dovuto iniziare a scegliere un mestiere, ho subito chiesto informazioni sulle professioni nel campo automobilistico. La professione di carrozziere lattoniere calzava a pennello per me, perché mi piace lavorare con i materiali e perché mi affascinano le forme delle automobili. Ho sempre trovato molto interessante come viene costruito un veicolo e come viene riparato. Durante lo stage di prova presso AMAG, oltre a seguire da vicino i lavori, ho anche avuto la possibilità di «metter mano» personalmente, svitando le varie parti, togliendo le piccole ammaccature su pezzi di carrozzeria utilizzati per le esercitazioni e anche effettuando qualche piccola saldatura. Ho scelto infine questo mestiere perché è estremamente variegato – non solo per quanto riguarda il lavoro e la tecnica, ma anche sotto il profilo dei materiali. Inoltre, l’effetto «prima della riparazione / dopo la riparazione» è sempre molto affascinante.

L’ingresso nel mondo del lavoro

Quando ho iniziato l’apprendistato era tutto nuovo per me: gli orari di lavoro, la scuola, l’atmosfera sul posto di lavoro e le molte persone nuove di cui si fa la conoscenza. Le novità sono sempre ben accette, anche se comportano qualche cambiamento. All’AMAG mi sono subito sentito a mio agio, soprattutto grazie alle persone gentili con cui lavoro. Il team è estremamente aperto nei confronti degli apprendisti, il che permette di ben integrarsi nella squadra. All’inizio mi hanno impressionato le vetture gravemente incidentate che arrivavano in carrozzeria. Veramente delle gran belle botte che fanno davvero riflettere.

Autospenglerin

Quotidianità lavorativa

Finora la mia professione mi piace molto, soprattutto perché, nonostante ogni giorno si svolga una gran quantità di lavori, è sempre possibile riconoscere un «fil rouge» fra le varie mansioni. Si potrebbe dire che tutte le ammaccature e tutti i bolli sembrano uguali, ma vengono riparati nei più disparati modi. Penso che questo mestiere venga molto sottovalutato e che la maggior parte delle persone non sappia esattamente quante mansioni debba saper svolgere un lattoniere. Per questo indirizzo professionale, la scuola rappresenta una grande sfida. Dal mio punto di vista, la scuola è in parte estremamente esigente nei confronti degli apprendisti. In fin dei conti, quello del lattoniere è un mestiere artigianale nel quale sono anche richieste capacità che possiamo definire artistiche. Nonostante ciò, non siamo elettrochimici. Le materie principali sono la matematica, la tecnica dei veicoli, la scienza dei materiali e il disegno geometrico. Trovo la formazione pratica estremamente affascinante! I vari materiali, le tecniche di riparazione delle ammaccature, le tipologie di saldatura, i lavori di smontaggio e i vari veicoli sono una miniera d’oro per tutti coloro che amano i lavori artigianali e che vogliono diventare qualcuno. Il lavoro che mi piace fare di più è smontare i pezzi di carrozzeria. Il pezzo più facile da smontare è il paraurti dell’Audi A5. I lavori più interessanti, invece, sono quelli grandi, ad esempio riverniciare l’intera carrozzeria, sostituire le fiancate, riparare le vetture tamponate, e così via. Ho già potuto lavorare su molte automobili belle, ho anche avuto la possibilità di guidarle.Ad esempio l’Audi R8, la RS6 o la RS4. Quella che mi piace di gran lunga di più è tuttavia l’Audi RS5 Coupé (è anche la mia auto preferita). Ovviamente, mettere in ordine e smaltire i materiali non sono proprio compiti che sbrigo volentieri, però fanno parte del lavoro. All’interno del team gli apprendisti hanno il compito di mantenere tutto pulito e in ordine, di dare una mano laddove ve ne sia bisogno e di vedere che ci sia sempre una scorta sufficiente di tutto il materiale necessario. La neve e la grandine sono una «manna dal cielo» per i carrozzieri, perché significa tante auto da rimettere in sesto. Estremamente importante è il gioco di squadra, poiché determinati lavori possono essere eseguiti soltanto in due – della serie «uno per tutti, tutti per uno». Finora non ho avuto molti contatti con i clienti, tutt’al più quando ogni tanto bisogna portare fuori dalla carrozzeria un’auto per la consegna al cliente.

Profil Silvan Breuer Autoblog

Piani per il futuro

Se AMAG mi assumerà alla fine dell’apprendistato, rimarrò qui per un paio di annetti per accumulare esperienza e perfezionarmi sotto il profilo professionale. I miei prossimi obiettivi sono sostenere l’esame di saldatore d’alluminio e seguire una formazione continua di levabolli. Chi sono i miei modelli? Certamente il mio caposquadra e il mio maestro di tirocinio. Oltre a essere sempre corretti e disposti ad aiutarmi, sono veri e propri maestri della nostra professione e la eseguono con la massima perfezione. Sono davvero molto soddisfatto dell’apprendistato che ho scelto. È estremamente variegato poiché deve costantemente svilupparsi di pari passo con le novità proposte dall’industria automobilistica. È proprio questo che lo rende interessante. Il salario durante i quattro anni d’apprendistato è praticamente lo stesso di quello delle altre professioni artigianali nel campo automobilistico. Bisogna infine aggiungere che in futuro, per noi, di lavoro ce ne sarà sempre più che abbastanza.

 Per saperne di più sulle professioni del carrozziere lattoniere e del carrozziere verniciatore

 

Attualità e retroscena dall’universo dell’auto. Abbonatevi subito.

Non ci sono ancora commenti.