Giovedì 11 ottobre 2018, AMAG ha invitato alcuni rappresentanti del mondo politico ed economico al noto incontro mattutino presso la propria sede di Kreuzlingen. Nell’intervista sul tema «motivazione e lavoro duro, ovvero come spiccare il volo», Simon Ammann, quatto volte campione olimpico di salto con gli sci, ha svelato interessanti dettagli sui suoi allenamenti quotidiani, mettendone in evidenza alcuni parallelismi con l’economia e la politica.

Simon Ammann in un'intervista con Rainer Maria Salzgeber.

Simon Ammann in un’intervista con Rainer Maria Salzgeber.

Per Simon Ammann si avvicina la 22a stagione di Coppa del mondo. Come lui stesso racconta, nella sua carriera sportiva ha raggiunto tutti i suoi obiettivi e ciononostante non pensa ancora a ritirarsi. Allo stesso tempo, ha sottolineato, occorre essere sempre consapevoli della grande responsabilità e delle conseguenze che ne derivano. Lo stesso vale anche sul fronte economico, dove il campione è attivo anche a livello privato. Il lavoro duro e la motivazione sono stati ripagati, ma è importante non perdere mai di vista l’obiettivo. E per questo serve un team ben affiatato, in cui tutti remano nella stessa direzione.

Anche per Morten Hannesbo, CEO di AMAG Group SA, questi sono fattori importanti ai fini del successo a lungo termine di un’impresa. Non ci si deve limitare a vendere un’auto al cliente, bensì gli si deve offrire un servizio completo e farlo sentire a proprio agio e nelle mani di un team competente.

Il CEO di AMAG, Morten Hannesbo (a sinistra) discute con Simon Ammann (al centro).

Il CEO di AMAG, Morten Hannesbo (a sinistra) discute con Simon Ammann (al centro).

Simon Amman e Morten Hannesbo si sono trovati d’accordo sul fatto che intavolando discussioni stimolanti e sincere in seno al team vengono a delinearsi nuovi approcci e punti di vista che alla fine si rivelano decisivi per il successo, in qualunque settore.

Non ci sono ancora commenti.