autoblog autolackierer vorstellung 1

Juri Borg, apprendista carrozziere verniciatore

Scelta professionale

Diventare carrozziere verniciatore non è mai stato il mio sogno, volevo diventare grafico. Tuttavia, dopo svariati tentativi e candidature ho dovuto temporaneamente rinunciare a questo sogno e trovarmi qualcos’altro. Un amico mi ha fatto conoscere questa professione. Lui era già a metà del percorso formativo di verniciatore. Dopo essermi recato in visita all’Ufficio regionale di collocamento e aver fatto qualche ricerca in Internet, questa professione cominciava a piacermi sempre di più. Un misto di abilità artigianale e sensibilità che mi dà modo di esprimere la mia vena creativa. La ricerca è stata molto più semplice e ho raccolto subito i primi frutti: già alle prime due candidature ho ricevuto risposte positive. In entrambi i posti sono stato invitato per un breve periodo di prova. In entrambe le officine mi sono stati mostrati i procedimenti lavorativi e ho potuto anche sperimentare parecchie mansioni. Una delle due officine era piuttosto una piccola realtà aziendale, mentre l’altra era la più grande della Svizzera. Ho potuto riscontrare alcune differenze. Da AMAG era tutto molto moderno e l’intero processo mi sembrava più strutturato. Anche per questi motivi ho deciso poi di scegliere AMAG. Ero sicuro che fosse il miglior percorso formativo da seguire.

Avvio alla professione

Nell’estate 2011 era arrivata l’ora fatidica: il primo giorno è stato abbastanza tranquillo e mi sono sentito subito a mio agio. Giro aziendale, ritiro degli abiti da lavoro, giro di presentazione ecc. Poi ho lavorato a un’auto insieme al mio maestro di tirocinio. Ho imparato in fretta e riuscivo a sbrigare sempre più mansioni in perfetta autonomia. Non c’è voluto tanto perché mi integrassi perfettamente nel team. Potevo porre domande a tutti e tutti erano disponibili ad aiutarmi. Naturalmente il primo anno non è stato così facile come il tirocinio orientativo, ma penso che sia così un po’ dappertutto.

autoblog autolackierer vorstellung

Se uno si dà da fare, questo percorso formativo può essere davvero divertente.

Quotidianità della professione

Levighiamo, stucchiamo, rivestiamo parti di auto, lavoriamo con basi diverse, applichiamo innumerevoli materiali di rivestimento e molto altro ancora. Penso siano davvero in pochi ad avere un’idea chiara su tutto quanto rientra in questa professione. Forse il nome della professione non risulta particolarmente accattivante e non descrive neanche la complessità della professione. Penso che le scarse competenze sulla professione o le informazioni carenti al riguardo siano la fonte del disinteresse giovanile. Un’altra ragione dello scarso interesse potrebbe risiedere nell’idea che si tratti di una professione non salutare, perché si viene spesso a contatto con solventi e polveri sottili. Con le odierne possibilità di protezione però non è più un problema. La verniciatura è soltanto una parte dell’intero processo, ma anche una delle più belle. L’aspetto che più mi piace della professione è che alla fine posso ammirare il lavoro svolto ed esserne anche un po’ orgoglioso. Ci sono però anche lavori meno divertenti, ad esempio pulire le macchine o verniciare i cerchi. Come ogni percorso formativo artigianale, anche questo è molto pratico. A scuola non ho alcun problema, basta stare attenti per avere ottimi risultati. Naturalmente è necessario avere una predisposizione al lavoro artigianale. Altre qualità che bisognerebbe possedere sono la disponibilità a collaborare in un team, la capacità di lavorare in modo autonomo e strutturato e l’accuratezza. In fin dei conti si lavora alla proprietà di altri. Se uno si dà da fare, questo percorso formativo può essere davvero divertente. Più apprendi rapidamente e più riesci ad ampliare il tuo campo di attività. Così ci si conquista anche la fiducia del capo.

Futuro

Mi piacerebbe molto praticare ancora uno o due anni questo lavoro. L’ideale sarebbe rimanere nella stessa azienda perché conosco tutto e tutti e tutti conoscono me. Poi però vorrei di nuovo tornare a dedicarmi al mio estro creativo e all’arte, ma non so ancora come.

autoblog autolackierer vorstellung 2

Per saperne di più sulle professioni del carrozziere lattoniere e del carrozziere verniciatore

 

Attualità e retroscena dall’universo dell’auto. Abbonatevi subito.

Non ci sono ancora commenti.