Heinz, come è nata l’idea di creare un team di corsa AMAG First ?

Heinz Schön è responsabile del team di corsa AMAG First dal 2015.

Heinz Schön è responsabile del team di corsa AMAG First dal 2015.

L’idea è venuta nel 2011 ad Adriano Rossi, Managing Director di AMAG First SA, e a Urs Zünd, direttore de Centro Porsche Maienfeld. All’inizio, l’attenzione si è concentrata sulla partecipazione a sessioni di prove libere, accumulando inoltre esperienze in pista. Ne è nata una collaborazione con il Porsche Club Zurigo l’anno successivo e la partecipazione al programma «Introduction to Racetrack» di Porsche Svizzera nel 2013. In questo programma, gli appassionati di corse vengono introdotti all’automobilismo sportivo con i loro veicoli privati da istruttori esperti e possono fare la loro prima esperienza su una pista da corsa.

La risposta è stata così positiva che dal 2014 operiamo come squadra propria sotto il nome di «team AMAG First Rennsport» e nel 2019 siamo riusciti a portare a casa la classifica a squadre della Porsche Sports Cup Suisse per la terza volta consecutiva. (n.d.r.: nella Porsche Sports Cup Suisse, la classifica a squadre è composta da sei gare in cui i primi quattro posti di ogni gara contano per la classifica a squadre.)

Come ci si può immaginare esattamente la composizione di un team di corsa AMAG First?

Oltre ai piloti partecipanti e ai loro accompagnatori, il team è composto da meccanici che lavorano nei vari centri AMAG First Porsche. Sono tuttavia i meccanici il vero cuore del team di corsa AMAG First. Tra i loro principali compiti figurano la manutenzione dei veicoli, il loro trasporto alle singole gare e, in caso di danni, le riparazioni in loco, ma spesso forniamo anche una sorta di «supporto mentale» per i nostri piloti.

Il team di corsa AMAG First festeggia la rinnovata vittoria nella classifica a squadre della Porsche Sports Cup Suisse 2019.

Il team di corsa AMAG First festeggia la rinnovata vittoria nella classifica a squadre della Porsche Sports Cup Suisse 2019.

Quali compiti fanno parte del tuo lavoro quotidiano come responsabile del team di corsa AMAG First?

Sono responsabile dell’intero coordinamento e del buon funzionamento del progetto. A seconda del numero di piloti, pianifico le attività dei meccanici, organizzo il trasporto di team e veicoli, prenoto le camere d’albergo e mi occupo della ristorazione in pista.

Se ci occupiamo di 12-13 veicoli, ad esempio, sono necessari almeno dieci meccanici. Devono essere preparati di conseguenza per i compiti che li attendono, perché questi fine settimana di gara richiedono un sacco di energia. Le tempistiche sono molto intense e impegnative, ma allo stesso tempo anche adrenaliniche.

Ci occupiamo anche dei nuovi arrivati (i neofiti che vivono la loro prima esperienza in pista) che partecipano al gruppo Introduction to Racetrack. Sosteniamo questo gruppo anche tecnicamente in pista e siamo sempre disposizione quando occorre.

Nella bassa stagione presto assistenza al Centro Porsche Zurigo con interventi in garanzia. Così non mi annoio mai 😊

I veicoli vengono preparati e caricati per il trasporto dalla squadra corse.

I veicoli vengono preparati e caricati per il trasporto dalla squadra corse.

Vi allenate in squadra? E in questo caso, come ci si può immaginare esattamente la situazione?

Ci sono due sessioni di prove libere a stagione, dove testiamo nuove procedure e materiali. Inoltre, le gare sono strutturate in modo tale che l’allenamento si svolga nei primi due giorni e la competizione vera e propria il terzo giorno. Questo permette al pilota e alla squadra corse di adattarsi in modo ottimale l’uno all’altra.

Soprattutto, il feedback dei piloti è molto importante per rendere più efficienti i processi all’interno del team. Anche le diverse condizioni meteorologiche sono ottime per poter reagire in modo flessibile alle circostanze attuali.

Come si può entrare a far parte del team di corsa AMAG First?

Finché le competenze tecniche sono disponibili, fondamentalmente chiunque può entrare a far parte del team. Tuttavia, una certa conoscenza della tecnologia Porsche è assolutamente essenziale.

Ci si deve anche rendere conto che questi sono giorni di gara estenuanti. L’idea romantica di chi è appassionato di auto, che si gode un bel fine settimana con grigliata e birra e che cambia una gomma di tanto in tanto, non corrisponde alla realtà.

Ci sono stati momenti speciali nell’ultimo anno che ricorda in modo particolare?

Il supporto di Dominik Fischli alla Porsche GT3 Cup Challenge Suisse è stato certamente uno dei punti salienti dello scorso anno. Alla gara di Le Castellet (FR) non sembrava possibile che Dominik potesse tornare a guidare dopo essere rimasto incastrato nella sua vettura. L’auto era quasi distrutta. Per fortuna lui non ha riportato gravi conseguenze.

Non ci siamo arresi e abbiamo trafficato sul veicolo fino alle prime ore del mattino. Le altre squadre ci hanno aiutato con i pezzi di ricambio e così alle due del mattino abbiamo potuto brindare ad un veicolo in grado di circolare. Ciò che è stato particolarmente positivo alla fine è stato Dominik sul podio.

Sono proprio queste esperienze che rendono il team di corsa AMAG quello che è. Dare sempre il massimo e lavorare insieme come una squadra.

Il successo attraverso il lavoro di squadra.

Il successo attraverso il lavoro di squadra.

Quali sono i vostri progetti per il 2020?

La difesa del titolo nella classifica a squadre della Porsche Sports Cup Suisse è naturalmente in cima alla lista. C’è ancora molto potenziale sia come piloti che come veicoli che vogliamo sfruttare.

AMAG First Rennsport AG

Dalla stagione 2014 AMAG, con i suoi Centri Porsche di Maienfeld, Locarno, Lugano, Schinznach, Winterthur e Zurigo, offre, nell’ambito del Porsche Sprint Challenge Suisse, un servizio di assistenza per veicoli stradali e da corsa come team di corsa AMAG First.

Non ci sono ancora commenti.